RICERCA TRASLAZIONALE RICERCA TRASLAZIONALE

Progetto

La possibilità di sviluppare studi sulla predittività molecolare di fine vita è legata all'attività di analisi molecolare mediante l'uso della piattaforma genomica per il deep-sequencing di cui dispone il Centro Interdipartimentale per la Ricerca sul Cancro "G. Prodi" (CIRC) dell'Università di Bologna, diretto dal Prof. Guido Biasco. La possibile applicazione del deep-sequencing in medicina palliativa presenta una duplice valenza: da un lato, la predittività genetica della comparsa di alcune malattie che potrebbero consentire di attuare trattamenti profilattici, dall'altro la possibilità di valutare preventivamente la risposta ai farmaci. Lo strumento contribuisce in maniera rilevante a fare dell'Università di Bologna uno dei centri di eccellenza per quanto riguarda la ricerca genomica a livello nazionale ed internazionale.

HiScanSQ ha al suo attivo quasi un anno di attività sperimentale, durante il quale sono già stati raggiunti i primi importanti risultati in ambito oncologico e cure palliative che consentono di ampliare le conoscenze utili per identificare programmi terapeutici e di supporto alla gestione dei sintomi quali il dolore personalizzati in funzione della mappa genomica.

Obiettivi

Definire, in funzione del quadro genetico dei pazienti, la risposta ai farmaci analgesici, oppiacei e non.
Identificare i modelli genetici di predittività relativamente alla comparsa di complicanze vascolari trattabili in via profilattica.

Risultati attesi

Individuare campioni significativi per percorsi di cura personalizzati e più efficaci per i pazienti terminali.

Ricadute

  • Miglioramento della Gestione dei Sintomi e del Dolore
  • Miglioramento nella gestione del paziente terminale in funzione della risposta al trattamento dei sintomi.
  • Scientifiche
  • Internazionali